strutture ricettive turistiche italia, strutture ricettive italia, strutture turistiche italia, strutture turistiche alberghiere italia, strutture turistiche extra alberghiere italia, strutture turistiche all’aperto italia

strutture turistiche in italia | risorse turistiche nel web

ITA |  ENG |  DEU |  FRA |  ESP
Home Sitemap Chi siamo Mission Termini utilizzo Privacy Prenotazioni on-line E-mail

Tipi di strutture ricettive turistiche in Italia

Tante risposte per tante diverse esigenze!

Classificazione

Dove dormire in Italia? Esiste solo l'imbarazzo della scelta!

Alle oltre trentatremila strutture alberghiere disseminate in ogni località, si aggiungono altri trentacinquemila indirizzi di strutture ricettive extralberghiere e all’aperto.

Un'offerta vasta e differenziata, che comprende le soluzioni economiche e quelle più lussuose, le più semplici e quelle più raffinate: tutte, comunque, in linea con la tradizionale ospitalità italiana, fatta di attenzione, cortesia e premura.

In Italia le strutture ricettive turistiche si dividono in tre grossi gruppi:

  1. strutture ricettive alberghiere
  2. strutture ricettive extra alberghiere
  3. strutture ricettive all’aperto.
 

Gli hotel in Italia e nel Mondo

L'Italia è quarta nel mondo per numero di camere d'albergo. Al primo posto ci sono gli Stati Uniti con 4,4 milioni di stanze, seguiti dal Giappone con oltre 1,5 milioni e dalla Cina con 1,3 milioni. L'Italia offre poco più di 1 milione di camere e distanzia notevolmente la Spagna che dispone di quasi 800 mila camere e la Francia che ne offre a mala pena 630 mila. Se mettiamo a confronto la capienza ricettiva europea, l'Italia non ha rivali: oltre 1 milione di camere ed oltre 2 milioni di posti letto, rispetto a Germania (890 mila camere e 1,6 milioni letti), Spagna (800 mila camere e 1,6 milioni letti) e Francia (630 mila camere e 1,7 milioni letti).

Anche nei numeri assoluti dei pernottamenti l'Italia è ai vertici preceduta soltanto dalla Spagna. In Spagna, infatti, si sono registrati circa 246 milioni di pernottamenti (anno 2005-ultimissimi dati ufficiali Istat), segue l'Italia con 240 milioni, la Germania con 200 milioni e la Francia con 198 milioni. L'Italia dispone quindi di oltre 1 milione di camere in 33,5 mila alberghi capillarmente distribuiti sull'intero territorio nazionale, un numero che ci pone ai vertici mondiali dell'ospitalità, dietro solo a Stati Uniti, Giappone e Cina, che di certo non possono essere paragonati per dimensione ed estensione del territorio all'Italia. Oltre a questo, nel Bel Paese in questi ultimi anni sono sorti quasi 12 mila bed & breakfast e circa 11 mila palazzi d'epoca e castelli potrebbero presto essere convertiti ad uso ricettivo.

Le regioni italiane più alberghiere

Le quattro macro-aree geografiche italiane evidenziano come per numero di alberghi il Nord-Est (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna) la faccia da protagonista assoluto con il 43,4% del totale, seguito dal Nord-Ovest (Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia) con il 19,5%, dal Centro (Toscana, Umbria, Marche, Lazio) col 18,9% e dal Sud ed Isole (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna) col 18,2%. Quanto ai posti letto il Nord-Est ne ha il 37,5%, il Sud ed Isole il 25,5%, il Centro il 20,4% ed il Nord-Ovest il 16,6%. Quanto al numero di camere il Nord-Est ne ha il 38,8%, il Sud ed Isole il 24,1%, il Centro il 19,8% ed il Nord-Ovest il 17,4%. Sempre nell'ambito delle macro-aree nel Nord-Est il 32,7% degli alberghi hanno un'apertura stagionale, nel Sud ed Isole sono il 26,4%, nel Centro il 16% e nel Nord-Ovest l'11,2%, per un risultato nazionale che parla del 24,2% di alberghi stagionali, pari ad oltre 8 mila alberghi rispetto agli oltre 25 mila con apertura annuale.