ostelli gioventù italia, descrizione ostelli gioventù italia, caratteristiche ostelli gioventù italia, alloggio ostelli gioventù italia, servizi ostelli gioventù italia, ostello gioventù struttura ricettiva turistico extra alberghiera

strutture turistiche in italia | risorse turistiche nel web

ITA |  ENG |  DEU |  FRA |  ESP
Home Sitemap Chi siamo Mission Termini utilizzo Privacy Prenotazioni on-line E-mail

Ostelli per la gioventù in Italia

Ostelli per la gioventù!

In Italia sono ostelli per la gioventù le strutture ricettive, che forniscono i servizi minimi attrezzate per il soggiorno e il pernottamento, per periodi limitati, dei giovani e dei loro accompagnatori, gestite, in forma diretta o indiretta, da enti o associazioni riconosciute.

Tra le varie forme di pernottamento esistenti gli Ostelli della Gioventù sono senz'altro le preferite dai giovani e da coloro che cercano un alloggio a prezzi contenuti. Risultano particolarmente apprezzate la possibilità di soggiornare dignitosamente con poca spesa e l'opportunità di conoscere nuove persone, magari straniere, con cui stringere nuovi rapporti di amicizia. Non ci sono, sicuramente, tutti i comfort che possono offrire una pensione o un Hotel, ma poco importa: basta avere un po di spirito di adattamento. Inoltre, nonostante vengano comunemente denominati ostelli della gioventù, sono in realtà aperti a tutti. In diversi Ostelli sono anche disponibili camere familiari a prezzi vantaggiosi rispetto ad altri tipi di sistemazione.

Il primo ostello della gioventù fu fondato in Germania nel 1909 da Richard Schirrmann. Schirrmann era un insegnante tedesco che organizzava frequenti viaggi ed escursioni con i suoi studenti. Durante una gita, una tempesta improvvisa costrinse lui e la sua comitiva di studenti a trovare riparo in una scuola. Fu allora che a Schirrmann nacque l'idea di ospitare comitive di studenti nelle scuole chiuse per le ferie estive. L'iniziativa ebbe molto successo, e già negli anni 30 cerano oltre duemila ostelli della gioventù in Germania.

L'idea si diffuse rapidamente nel resto dell'Europa e, in seguito a una conferenza internazionale tenuta nel 1932 il movimento iniziò a diffondersi a macchia d'olio anche negli Stati Uniti e in diversi altri paesi. Nasceva la Federazione Internazionale degli Ostelli della Gioventù, con lo scopo di associare tutte le strutture che offrivano posti letto a prezzi economici dedicate ai giovani.

Con il passare del tempo il concetto di ostello ha subito un'evoluzione adattandosi alle diverse esigenze dei tempi moderni, e adesso gli Ostelli ospitano visitatori di ogni età, garantendo contemporanemante prezzi abbordabili ed un servizio di buona qualità, con la caratteristica di offrire un'atmosfera unica e affascinante, molto diversa da quella dei normali hotel, particolarmente apprezzata dai giovani.

I viaggiatori che decidono di soggiornare negli ostelli sono un tipo molto particolare di cliente, in inglese cè un termine specifico per definirli "backpacker", che potrebbe essere tradotto più o meno come "saccoapelista", ma che in realtà fa riferimento all'onnipresente grande zaino, vero e proprio "simbolo" dello stile di vita dei frequentatori più assidui degli Ostelli.

Di solito sono giovani che viaggiano per periodi lunghi, portando con sè il minimo indispensabile per viaggiare, visto che i bagagli pesano e possono essere di ostacolo in tante situazioni. Sono viaggiatori "low budget" che si spostano muovendosi in treno, in autobus o in autostop, e tendono a viaggiare con pochi soldi e un'occhio attentissimo ai costi, perchè risparmiare qualche euro può voler dire visitare un'altra città e prolungare il proprio viaggio.

I frequentatori degli ostelli sono diversi dal normale viaggiatore: non si limitano a vedere i monumenti delle città che visitano, ma hanno il desiderio di scoprire e approfondire lo stile di vita del paese che li ospita, conoscere gente nuova e stabilire rapporti umani. Molti di loro, soprattutto coloro che provengono da paesi lontani come Australia e Nuova Zelanda, si sono presi un intero anno "sabbatico" per girare il mondo.

Al giorno d'oggi l'offerta di ostelli è molto diversificata, con caratteristiche differenti. Ci sono ostelli che sembrano dei normali alberghi, altri sono qualcosa di completamente diverso.

In ogni caso, la principale caratteristica che diversifica gli ostelli dagli hotel è che i secondi offrono solo stanze private, mentre i primi offrono anche la possibilità di dormire in semplici posti letto, in stanze che possono variare da 4 a 20 e più letti. I dormitori possono essere piccoli o grandi, per sole donne, soli uomini o misti, ma questa particolarità significa, in ogni caso, dormire in stanze condivise con persone che non si conoscono (ancora).

Anche se molti ostelli si avvicinano agli standar degli hotel, offrendo anche stanze private con annessi i servizi, l'atmosfera degli Ostelli è comunque molto diversa da quella di un normale albergo e, appunto, l'atmosfera rimane la sua caratteristica dominante principale. Mentre gli hotel si limitano a fornire ai propri clienti un posto comodo e confortevole dove passare la notte, gli ostelli hanno un'atmosfera molto più in stile "community", dato che spesso si finisce per condividere con gli altri ospiti non solo la stanza, ma anche il tavolo della colazione, le lavatrici, e così via.

Molti ostelli organizzano feste ed escursioni, e molti hanno anche un bar dove gli ospiti possono incontrarsi e fare amicizia. In un ostello è molto più facile relazionarsi e trovarsi a parlare con perfetti sconosciuti scambiandosi consigli, informazioni, opinioni e punti di vista.

In definitiva, gli ostelli sono un ottimo posto dove trovare stabilire nuove relazioni interpersonali e conoscere nuovi amici, e dove incontrare e confrontarsi con gente di altri paesi e culture, che magari conoscono la città in cui vi trovate molto meglio di voi e possono darvi ottime indicazioni su dove andare la sera, cosa fare e cosa visitare.