case religiose ospitalità italia, descrizione case religiose ospitalità italia, caratteristiche case religiose ospitalità italia, alloggio case religiose ospitalità italia, servizi case religiose ospitalità italia, casa religiosa ospitalità struttura ricettiva turistico extra alberghiera

strutture turistiche in italia | risorse turistiche nel web

ITA |  ENG |  DEU |  FRA |  ESP
Home Sitemap Chi siamo Mission Termini utilizzo Privacy Prenotazioni on-line E-mail

Case religiose di ospitalità in Italia

Case religiose di ospitalità!

In Italia sono case religiose di ospitalità le strutture ricettive che forniscono i servizi minimi e caratterizzate dalle finalità religiose dell'ente gestore che offre, a pagamento, ospitalità a chiunque lo richieda nel rispetto del carattere religioso dell'ospitalità stessa e con accettazione delle conseguenti regole di comportamento e limitazioni di servizio.

Le Case per Ferie, "Monastery Hotels" internazionalmente, i monasteri e le abbazie sono luoghi dove, al di là della qualità dei servizi offerti e della loro economicità, le persone trovano, se lo vogliono, risposta ad una esigenza profonda oggi sempre piu sentita: l'esigenza di essere ascoltati e quella dell’ascoltare, quella del sentirsi soggetto di interesse vero non tanto in quanto clienti ma piuttosto in quanto persone affascinate dal miracolo del vivere, il miracolo di un incontro fuori e oltre gli ingranaggi mercantili, fuori dalle compressioni della fretta e del tempo che ci sembra sempre mancare per fare l’essenziale, di cui pure abbiamo tanta nostalgia.

Dentro questo quadro di riferimento, la presenza di una comunità religiosa sul territorio si arricchisce di nuove accezioni: non l’identificazione con un servizio; non l’identificazione con un’istituzione; ma la messa in evidenza della storia di persone che con le loro specificità attivano una rete di relazioni, raccontando possibili modelli di vita, percorsi da religiosi, pellegrini e laici, dove possa circolare, riconosciuta e valorizzata, la diversità; una rete che permetta l’emergere e il crescere della profondità dello Spirito; un incontro di sguardi e di vite che, riconoscendosi in valori fondamentali di cittadinanza, di spiritualità, di metodo e prassi non violenta realizzano sul territorio una parabola di vita possibile e alternativa".

In questo senso mi pare che queste attività potrebbero e dovrebbero raccogliere quanto nella recente Nota Pastorale della CEI si dice della parrocchia: "L’ospitalità va oltre l’accoglienza offerta a chi si rivolge a noi per chiedere qualche servizio. Consiste nel saper fare spazio a chi è, o si sente, in qualche modo estraneo, o addirittura straniero rispetto alla Chiesa eppure non rinuncia a sostare nelle sue vicinanze, nella speranza di trovare un luogo non troppo interno ma neppure insignificante, in cui realizzare un contatto; uno spazio aperto, ma discreto in cui, nel dialogo, poter esprimere il disagio e la fatica della propria ricerca."